Fare shopping a Firenze: itinerari per i vostri acquisti

Il centro storico di Firenze è ricco di negozi ed è la meta ideale per chi vuole dedicarsi a uno shopping di qualità e di classe, in una città unica al mondo

fare shopping a firenze

Firenze è nota ovunque e uno dei luoghi più conosciuti della città è sicuramente il Ponte Vecchio con le sue botteghe orafe. Situato a due passi da piazza della Signoria è una delle mete preferite dai turisti che visitano la città e anche dai fiorentini che non dimenticano mai di dare un’occhiata alle vetrine dei gioiellieri.

Ponte Vecchio unisce due zone importanti del capoluogo toscano. Da una parte, in Oltrarno, si incontra Palazzo Pitti con i suoi famosi musei: degli Argenti, delle Porcellane, la Galleria del Costume e il giardino di Boboli, parco storico e uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana.

Sul ponte le botteghe si susseguono una all’altra, con le loro vetrine risplendenti di anelli, bracciali e collane. Qualche negozio di sete e foulard interrompe questa serie continua.

Percorrendo il ponte in senso opposto ci si trova immediatamente nel centro storico, dove ci sono le vie dello shopping più ricercate. via Por Santa Maria è la prima che si incontra. Alcuni negozi di ceramiche offrono pezzi fatti a mano con i tipici colori e disegni del luogo. Si va dall’enorme vaso da fiori ai piccoli piatti da frutta.

Guardandosi intorno si possono trovare negozi con fazzoletti e camicie ricamate a mano con grande maestria. Qualche altro passo ed eccoci alla Loggia del Porcellino con il Mercato Nuovo, all’aperto, con pochi banchi stipati all’inverosimile che espongono, fra le altre merci, borse di pelle e i classici vassoi di legno con disegni geometrici che si trovano solamente in Toscana.

Il nome della Loggia prende il nome dalla fontana situata, fin dal 1640, lungo uno dei lati e che è abbellita con una statua rappresentante un cinghiale e non un maialino. Ma per tutti, fiorentini o turisti, la bestia a grandezza naturale, è un porcellino.

Lasciandosi il Ponte Vecchio alle spalle, sulla destra si trova piazza della Signoria, dove, fino a qualche tempo fa, aveva sede la storica cartoleria Pineider con quasi tre secoli di vita, ora sita poche strade più in là. Accanto c’è la caffetteria Rivoir.

Nella piazza si trova, al civico dieci, il Museo di Gucci, nome storico della moda fiorentina, casa fondata nel 1921 da Guccio Gucci. Le borse, i vestiti, le scarpe che producono, portano in tutto il mondo il Made in Italy. Le due lettere G incrociate, marchio del brand, sono sinonimo di classe ed eleganza.

Ed eccoci in via Calzaiuoli che arriva dritta fino al Duomo. Sui due lati si possono ammirare edifici che conservano intatto il fascino di qualche secolo fa e alcune chiese bellissime come Orsanmichele, e poi le vetrine di marchi noti: Bemporad, negozio di abbigliamento presente nella strada fin dal 1885; Disney Store per lo shopping dei più piccoli; poi Luisa Spagnoli; Poggi, negozio di oggetti in vetro, dove è possibile acquistare delle vere opere d’arte.

Tutto questo camminare fa venire fame… Ma a Firenze non è un problema: qui vicino, in una piccola via laterale, via dei Cerchi, si trova il Forno Sartori, una bottega storica che prepara pane e dolci dal gusto inimitabile.

Siamo arrivati al Duomo, da dove inizia via Cerretani, dove i lettori possono trovano diverse librerie. Torniamo indietro, in piazza della Repubblica, dove troviamo due bar storici, Giubbe Rosse e Paszkowski, uno di fronte all’altro, che nella bella stagione offrono, oltre a dolci deliziosi, concerti dal vivo che riscuotono il favore del pubblico presente.

Ancora qualche passo e siamo in via Roma, tutta un susseguirsi di vetrine ricche di abbigliamento delle migliori marche, e poi calzature, lingerie e ricami fatti a mano, così perfetti che ogni capo è un piccolo capolavoro.

Stavamo per dimenticare via Tornabuoni che metterà il turist a dura prova con la vetrina di Tiffany e, poco più avanti, di Dior, Chopard, Pucci e Fendi. Vi consigliamo anche di fare un salto in via di Porta Rossa dove potete trovare Borsalino.

Passate poi da via della Vigna Nuova che offre la gioielleria Buccellati, le scarpe di Paciotti e le borse di Gherardini. Dovunque si posi lo sguardo possiamo vedere qualcosa di unico.

Pochi passi e si arriva sul Lungarno dove potersi riposare al mitico Harry’s Bar e rimirare gli acquisti fatti sorseggiando un cocktail!

Pubblica un commento

TI SUGGERIAMO

LEGGI ALTRI

Firenze

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...